Quarto anno di Medicina, secondo semestre

Quarto anno, secondo semestre. Non ho avuto neanche tempo di scrivere un post sul primo semestre. Ho dato patologia generale: poteva andare molto peggio ma anche meglio. Alla fine ho accettato un 24/30, ma non mi sento molto soddisfatto. È un esame che ho studiato come se non ci fosse un domani, ma ho fatto due cazzatine al compito che mi sono costate care, come non dare troppa importanza alle domande degli anni precedenti di patologia molecolare. Infatti mi ha segato con una domanda di robe che non aveva spiegato e un’altra che avrei potuto benissimo riguardarmi. Ma vabbè, i … Continua

Quando la biochimica incontra la (mia rudimentale) mnemotecnica

Sto studiando biochimica, un esamone la cui difficoltà sta nell’immensa mole di vie di sintesi, regolazione, formule, controformule, enzimi e coenzimi, trasportatori e cotrasportatori da ricordare. In pratica un esame pignolissimo, pallosissimo, lungo da studiare e in cui bocciano un disastro di gente. E il bello è che quando inizi a capirci qualcosa ci prendi pure un minimo di gusto. Come quel giorno in cui hai finalmente smascherato la logica dietro alle reazioni di chimica organica e senti la Forza scorrere dentro di te (sì, quella Forza).

La sfida principale di questo esame sta nel consumare il minor numero Continua

Istologia – seconda parte

Mi rendo conto della mancanza di emozioni degli ultimi post, quelli riguardanti gli esami in corso, ma sono preso un po’ con le bombe, stanco, stressato, etc. Insomma, il perfetto studente universitario che fra un capitolo e l’altro ha però sempre tempo per una birra, una chiacchierata con una bella sconosciuta in aula studio o per un po’ di cazzeggio in senso lato.

 

Insomma, fra l’esame vero e proprio e il riconoscimento del vetrino vi faccio un altro breve aggiornamento. Il riconoscimento del vetrino è venerdì (dopodomani mattina), dopodiché liberté, egalité, vin brulé (e tutto quello che finisce per … Continua