Cioccohipster

Sono le 23:50 e non riesco a dormire. Scendo in cucina. Mangio un quadretto di cioccolata 80%. Buonissima, erano secoli che non ne mangiavo. Sto maluccio, un acciacco stagionale mi impedisce di addormentarmi. Sorseggio una camomilla con miele e zucchero di canna. Slurp! Mi ricorda quando ero in Francia e il mio sistema immunitario messo alla prova da stress e fatica mi mollava a piedi ogni volta che c’erano 2 giorni di vacanza. Odiavo stare male ma allo stesso tempo erano gli unici momenti di tranquillità, in cui per forza di cose tornavo a curarmi del mio corpo e mi dimenticavo del resto. I ritmi rallentavano, stavo sotto il piumone per tre giorni, emergendo fra una serie tv e l’altra solo per rifornire la mia scorta di the e sgranocchiare due biscotti.

Questo momento mi piace. Proprio perché mi ricorda uno di quei giorni, in cui la mia persona si riprendeva l’importanza che meritava. Dovrei farlo più spesso. La mia mente si merita una camomilla ogni tanto.

A proposito, il titolo è dovuto al fatto che ho fotografato il mio spuntino mettendolo su Instagram. Non farò commenti sul mio grado di hipsteraggine in questa sede.

Prendetevi una camomilla e pensate. Pensate a qualcosa che vi piace fare. O semplicemente, non pensate a niente. Ve lo meritate.

Buonanotte a tutti.