Medicina al secondo anno: gli esami del primo semestre e tirocinio in vista

Dicembre avanza al galoppo, accompagnato da biochimica, il primo esame che do quest’anno. In realtà è un esame del secondo semestre dell’anno scorso, ma avevo ancora chimica medica indietro e ho dovuto rimandare.

Gli esami del secondo anno (primo semestre) sono:

  • Anatomia (apparato locomotore), ovvero istologia 2.0. Ancora più tosto – molto più corposo perché si articola in tre parti – ma piacevole.
  • Genetica
  • Biologia molecolare

Considerando il corso di anatomia spalmato su tutto l’anno accademico (per un totale di 15 crediti, grazie al cielo spezzati in tre parti), serve una certa tattica nella pianificazione. Applicando le fini strategie imparate dopo innumerevoli ore di Age of Empires, ho stilato un calendario provvisorio e privo di date:

  • Biochimica 23 dicembre (in rosso perché “Hey, è biochimica ed è l’esame più tosto dei primi anni!”)
  • Biomolecolare a fine gennaio (primo appello, inizio a studiarla assieme a genetica dopo Natale)
  • Genetica a fine gennaio assieme a biomolecolare (si studia in una settimana dalla dispensa del prof)
  • Anatomia 1 (apparato locomotore) a fine febbraio, in una data compresa fra il 20 e il 28 (non ancora definita). Se tutto va bene, quindi, mi resterà un mese per finire di studiare anatomia (con la quale sono comunque rimasto al passo fino a 15 giorni fa).

Tra l’altro, durante questo semestre abbiamo iniziato un corso che si chiama Interazioni con le Professioni Sanitarie. Il corso di per sé è farlocco, ma viene convalidato da un tirocinio di trenta ore che sarà, di fatto, il nostro primo passo fra le mura di un ospedale.

A seconda della scelta, si può pure capitare in un reparto di chirurgia. Non so se mi piacerebbe, uno dei motivi per cui voglio diventare medico è il contatto con i pazienti, ma se ho capito bene sarà l’unica occasione nell’arco dei sei anni di metter piede in un reparto chirurgico. Quindi ci penserò su.

NB: Non poter frequentare un reparto chirurgico in un corso di laurea in Medicina e Chirurgia mi sembra una cagata pazzesca. Mi fa venire in mente quando sbandierano l’università di Padova come la migliore in Italia. Storia, tradizione e un sacco di belle cose, ma un po’ più suture e un po’ meno seghe sulla biochimica non farebbero male a nessuno. 

Soundtrack: YES! – Colourmusic