Una settimana fra sonno arretrato e aula studio

Questa settimana è stata pesante, direi. Non tanto per la quantità di studio, ma per la stanchezza accumulata (sono incapace di mettermi a letto all’ora giusta e, quando lo faccio, prendo l’iPad e puntualmente pazzeggio su internet fino a esaurimento neuroni come sto facendo adesso).

Lunedì sera ho invitato un paio di amici da me per guardare la terza stagione di The Walking Dead, su Fox. Ovviamente, il martedì è l’unico giorno sfigato in cui comincio alle 8 e mezza e devo alzarmi a un’ora per me disumana visto che non abito proprio vicino all’università.

Se c’è una cosa che … Continua

La playlist della settimana

Ho deciso che, tempo e voglia permettendo, farò una piccola playlist per ogni settimana che passa (ovviamente se ci sarà qualcosa da playlistare).

Dalla prossima volta (forse) scriverò un piccolo commento per ogni canzone. Per il momento, lascio parlare la musica.

Buona domenica a tutti.

Le prime due settimane in facoltà di medicina

Diverse. Diverse da come me le aspettavo. Per il momento siamo a zero a livello di studio. Si fa qualcosa ogni tanto per stare a galla ma nulla di sconvolgente. Non è ancora quel che si pensava venendo a fare medicina, cioè stare rintanati ore e ore in aula studio dimenticandosi della luce del giorno. È quello che mi serviva, per non iniziare il mio anno con trauma e per cambiare dal mio anno passato in Francia in cui non ho trovato spazio per vivere. Un giorno vi racconterò tutto, promesso.

In soldoni, fino a gennaio avremo due materie (senza … Continua